economia · efficienza · media · politica

Altro che monetina del sorteggio: ecco l’orribile documento preparato da Milano per EMA

Sinceramente: basta con questi piagnistei sul fatto che -per colpa del sorteggio- abbia vinto Amsterdam invece che Milano nella selezione per l’Agenzia Europea del Farmaco (EMA).

Il confronto nella qualità dei documenti presentati dalle due città (qui Milano e qui Amsterdam) è sconfortante. Per noi, dico. Voi direte (anzi l’avete già detto): il problema è politico, il problema sta nel fatto che ci hanno fregati, che ce l’hanno con noi, che si è formata una coalizione contro di noi, etc etc. 

Dato che non siamo dentro le secrete cose, non sappiamo come siano andate queste negoziazioni politiche, ma dal livello davvero pietoso del documento presentato da Milano -in termini assoluti e in termini comparativi con Amsterdam- il sospetto è che la superficialità sia la stessa: un documento fatto male da persone che anche nelle negoziazioni politiche fanno le cose in maniera dilettantesca.

Andiamo nel concreto: come ben notato per primi da Claudio Baccianti ed Ettore Maiorana su Twitter nel documento di Milano ci sono tabelle divise a metà tra una pagina e l’altra, 4/5 pagine lasciate vuote a casaccio e…una meravigliosa mappa di Milano divisa a metà tra una pagina e l’altra. Manco ci fosse un Taglio di Fontana.

Per aiutare il lettore ricompongo la mappa di Milano atrocemente divisa in due:

mappa_EMA_Milano_Concetto_Spaziale

Per non parlare delle 4/5 pagine lasciate vuote a casaccio: se uno studente mi presentasse una tesi per una laurea triennale fatta così mi incazzerei come una bestia. E qui non è una tesi di laurea: è il documento ufficiale presentato da Milano!!

Sinceramente: dove pensiamo che possa andare l’Italia con tutto questo dilettantismo??

29 thoughts on “Altro che monetina del sorteggio: ecco l’orribile documento preparato da Milano per EMA

    1. Non è solo dilettantismo, è ignoranza assoluta, zero cultura, pressapochismo, siamo in mano a perfetti imbecilli che coprono dei ruoli che non gli spettano, solo perché amici degli amici politici che stanno letteralmente rovinando l’Italia. Altro che sorteggio, OLANDA 10 e menzione ed ITALIA -ZERO nella documentazione e figura BARBINA.

      Mi piace

      1. Io non credo che non siano stati capaci, ma purtroppo non volevano far vincere l’Italia, magari non si aspettavano che qualcuno andasse a verificare cosa hanno presentato. Per me è calcolato. Hanno altri interessi.

        Mi piace

    2. Efficienza politica scadente, parole vuote, interessi solo esclusivamente per la poltrona. Un’immagine dell’Italia che è al potere e contro il quale riesce a fare ben poco se non nulla il popolo è il cittadino

      Mi piace

      1. quando in uno stadio si fischia l’inno nazionale degli avversari queste cose dequalificanti rimangono impresse nella mente della gente d’oltralpe – siamo dei moralmente dei poveracci e ci meritiamo questo ed altro……………..
        carlo spinelli

        Mi piace

  1. Il difetto dell’offerta di Milano sembra però essere nel solo PDF, scaricandolo si nota che quelle pagine non sono vuote, bensì contengono un sacco di tabelle. Probabilmente il tool usato per convertire in PDF ha semplicemente scazzato. Succede spessissimo e non mi meraviglia vista la pietà del formato PDF.

    Dubito comunque che tutte le valutazioni siano state fatte su un PDF, avranno avuto fior di faldoni di roba stampata.

    Liked by 1 persona

  2. Ragazzi ,se è davvero così è roba da fucilazione con disonore.Forse a nessuno dei nostri politici hanno insegnato che la “forma” divente “sostanza”.Basta LAVORARE qualche anno in una Azienda privata.Se fai una presentazione così ,il gg dopo ti ritrovi a pulire i cessi . FORSE .

    Liked by 1 persona

  3. Il problema non è tanto la distribuzione delle agenzie europee, come l’EMA all’interno della UE quanto la loro eccessiva importanza per gli stati ospiti. Questo in mancanza di un numero elevato di expat, ad alto reddito e alta propensione ai consumi, in arrivo dagli altri stati UE. Solo in Lussemburgo, ed in misura minore in Svizzera,vi è un’alta percentuale di expat benestanti, portatori di un cospicuo indotto economico. Per quale motivo avviene questo e l’Europa in quanto tale è anni luce indietro rispetto, ad esempio, agli USA? I motivi sono molteplici e non credo che il principale sia la mancanza di una lingua comune. Sussistono eccessive disparità normative locali, differenze fiscali enormi, costi eccessivi e difficile reperibilità di alloggi da parte degli expat, e tanti altri motivazioni, Queste andrebbero risolte, Milano, e l’Italia in generale, devono fare di più per attrarre expat benestanti e talenti internazionali, non puntare solo su occasioni, perse, come quella dell’EMA.

    Mi piace

  4. Il sottosegretario ha paragonato la vicenda alla sconfitta ai rigori in una partita di calcio. Lo trovo molto appropriato, perché in entrambi i casi se sei arrivato a quel punto è perché non sei stato capace di vincere e convincere prima. Altro che lotteria.

    Liked by 1 persona

  5. Impaginazione imbarazzante, organizzazione dei contenuti e delle fonti altrettanto superficiale. La speranza è quella di fare tesoro di questo fallimento per future opportunità, considerato il fatto che anche l’Olanda ha portato a casa il risultato non per evidenti e schiaccianti meriti.

    Mi piace

  6. Cioè … dall’inizio abbiamo sempre considerato l’europa come un cimitero degli elefanti, poi con l’entrata nell’euro ci abbiamo mandato disfattisti alla salvini e berlusconi e poi volete anche essere preparati per ema?… dovremmo ringraziare se siamo riusciti a prendere expò. Il problema è che l’Italia non ne ha mai voluto sapere tranne che negli ultimi tempi, pur essendone “fondatrice” a fatica è riuscita ad entrare nell’euro a condizioni capestro e collezionando un elevatissimo numero di sanzioni e riuscendo con fatica ad avviare erasmus… e comunque quella eruopea è ancora una struttura embrionale diciamo… Se non si investe tutti in più europa la vedo male… e per come siamo messi a destra… la vedo peggio.

    Mi piace

  7. Qualcuno dice che il documento è stato decisivo? No, non lo sappiamo, non abbiamo la controprova. È coerente con uno scenario in cui si è fatto tutto il possibile ricontrollando fino all’ultima virgola dell’ultimo documento, come si fa quando ci sono in ballo “miliardi di euro”? Certamente no. Già visivamente il documento è orribile. Probabilmente un copia-incolla di parte del sito che invece è ben fatto e molto professionale.

    Mi piace

  8. Si legge una ingannevole separazione tra Milano e l’Italia, non in questo articolo, ma dappertutto. Come se la questione fosse solo interesse di Milano e solo Milano dovesse muoversi. L’interesse era dell’Italia. Anche questo può essere uno dei motivi per cui potremmo aver fatto non abbastanza…

    Mi piace

  9. Scusate ma quindi tutti i punti dati a Milano, che era sempre davanti ad Amsterdam per i primi due sorteggi e comunque erano arrivate a pari merito con 13 punti, mi state dicendo che il depliant veniva presentato DOPO? Non ha senso quello qui detto, con quel documento hanno superato 3 turni di voto e anzi, leggendolo, mi sono pure gradevolmente sorpresa per come era fatto meglio di tanta roba istituzionale italiana che mi mandano a tradurre. Il punto è che magari rispetto a quello di Amsterdam era parecchio autoreferenziale: NOI offriamo questo, NOI abbiamo questo. Ad Amsterdam hanno capito che il delegato medio ha tre minuti per leggerselo e quindi gli hanno fatto i disegnetti, e anche il tono era più del tipo: a VOI serve questo, eccovelo. A voi potrebbe essere utile quest’ altro, eccovelo. In quei termini si possono paragonare la ricezione e l’efficacia di un documento, le pagine vuote, come ha detto qualcuno sopra, probabilmente sono un errore di conversione. E il mio commento in effetti è basato sul confronto con l’altro documento linkato nei commenti che sembra essere quallo giusto.

    Mi piace

  10. Riguardo il commento sulla tesi di laurea. Se i professori giudicano una tesi perché è impaginata bene e non per i contenuti, capisco perché l’università in Italia è allo sfascio.
    Riguardo il documento in sé. Certo ad amsterdam hanno gente che se la cava bene con word, meglio che a milano. Ma mi pare che l’Italia nelle prime due votazioni abbia avuto punteggi più alti, quindi forse i contenuti erano migliori, al di là della forma, e nonostante i paesi del nord abbiano fatto “cartello”

    Mi piace

  11. Con l’austerità sedicente “espansiva” che tanto le piace dove pensiamo di andare invece? Quando saremo tornati all’età della pietra potrà sentirai soddisfatto? Io non credo! #ParodiaDell’IncuboDiUnContabile

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...